Pubblicato il giorno 12 luglio 2022 Archiviato in: In Evidenza Inchieste

CEATL, risultati dell’inchiesta sui traduttori letterari in Europa 2020

Il CEATL-Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires ha pubblicato i risultati dell’edizione 2020 dell’inchiesta sulle condizioni professionali dei traduttori letterari in Europa.
Dall’inchiesta, svolta dal 18 maggio al 21 luglio 2020 in 28 Paesi europei per un totale di 2980 rispondenti, sono emersi quattro punti fondamentali:

  • Le condizioni professionali variano molto da un Paese all’altro.

  • Anche chi ha maggiore esperienza professionale e traduce a tempo pieno difficilmente riesce a guadagnarsi da vivere.

  • Oltre al compenso base a cartella, svolgono un ruolo fondamentale le royalty, i ricavi dalle società di gestione collettiva (diritti di reprografia e diritto di prestito pubblico), i sussidi e i premi per la traduzione letteraria.

  • Da un confronto con le precedenti inchieste emerge che il reddito dei traduttori letterari non ha avuto un incremento apprezzabile negli ultimi 10 anni.

È disponibile un riassunto in inglese dei risultati con grafici.

Nella sezione Inchieste di Biblit sono disponibili i risultati delle edizioni precedenti dell’inchiesta.