Pubblicato il giorno 3 novembre 2023 Archiviato in: Eventi

BIEF, Paris Translators’ Program 2023

BIEF (Bureau international de l’édition française) ha lanciato la prima edizione del Paris Translators’ Program, iniziativa che dal 27 al 29 settembre 2023 ha coinvolto in una serie di incontri professionali sette traduttori e traduttrici dal francese provenienti da Spagna, Italia, Bulgaria, Polonia, Romania e Serbia.
L’iniziativa nasce allo scopo di fare conoscere il mercato editoriale francese e favorire la creazione di una rete di traduttori e traduttrici stranieri.
Un lungo articolo sul sito di BIEF illustra i risultati del progetto, di cui è prevista una nuova edizione nel 2024.

Pubblicato il giorno 26 ottobre 2023 Archiviato in: Fiere

Bookcity Milano 2023

Torna dal 13 al 19 novembre 2023 Bookcity Milano. Il tema di questa edizione è “Il tempo del sogno”.
Nel seguito una piccola selezione di incontri, sulla traduzione e non solo, tratti dal ricco programma. Per maggiori dettagli consultare il sito della manifestazione, in continuo aggiornamento.

13 novembre, ore 14.30
Università degli Studi di Milano
Sala Lauree di Studi Umanistici
Il sogno della traduzione quasi perfetta
Con Virna Brigatti, Cristina Cigognini, Chiara Meluzzi e Manola Mendolicchio

15 novembre, ore 12.30
in streaming
Progettare un libro anche grazie all’AI. Strategie Strumenti e Idee per il Book Content Design
Con Francesca Ferrara e Cristina Maccarrone

15 novembre, ore 17.30
Sala dei Comuni, Lodi
Inaugurazione BookCity Milano a Lodi. Tradurre non è tradire. La poesia contemporanea incontra la letteratura classica
Con Milo De Angelis e Pietro Sarzana

16 novembre, ore 10,30
Università degli Studi di Milano
Aula 30
Distopie in traduzione
Con Annalisa di Liddo, Nicoletta Vallorani e Giovanni Zucca

17 novembre, ore 16.30
In streaming
Sperimentazioni ed editoria a Sud: tra l’Italia e l’Argentina
Con Antonio Carpino, Daniela De Marco, Annalisa Nicastro, Maria Pina Iannuzzi, Regina Cellino e Javier Ernesto Núñez

17 novembre, ore 17
Biblioteca Sormani, Milano
AITI incontra Memorial: Proteggi le nostre parole. Tradurre in tempo di guerra
Con Giulia De Florio, Marcello Flores e Claudia Zonghetti

18 novembre, ore 16
Fondazione IBVA, Milano
Dall’Africa al lettore, case editrici africane e italiane in dialogo
Con Jessemusse Cacinga, Sandro Ferri e Gabriel Dinda. Modera Marta Sachy

19 novembre, ore 11
Laboratorio Formentini per l’editoria, Milano
Laboratorio Aperto. Editing
Con Marco Marino

Pubblicato il giorno 18 agosto 2023 Archiviato in: Video

BCLT, “Pitching for professionals”

Nel video Pitching for Professionals tratto dall’edizione 2023 della Summer School del British Centre for Literary Translation, Michele Hutchison, per diversi anni attiva come rights manager prima di diventare traduttrice, parla degli aspetti fondamentali ai quali prestare attenzione per elaborare una proposta editoriale di successo.

Pubblicato il giorno 13 luglio 2023 Archiviato in: Inchieste

Writers’ Guild of Great Britain, inchiesta su AI

The Writers’ Guild of Great Britain (WGGB), organizzazione che rappresenta gli autori dei settori editoria, cinema e audiovisivi, ha svolto un’inchiesta sull’intelligenza artificiale.
Secondo i risultati, il 65% dei rispondenti ritiene che l’uso sempre più diffuso di AI comporterà una significativa riduzione dei compensi, mentre il 61% teme che AI finirà per sostituire i lavoratori dei settori creativi.

I timori espressi dai rispondenti riguardavano, in particolare, la diminuzione delle opportunità di lavoro, la drastica riduzione dei compensi, la violazione del diritto d’autore, l’utilizzo delle opere senza consenso e la mancanza di regolamentazione a livello governativo.

WGGB ritiene che, allo stato attuale, AI non sia ancora in grado di riprodurre lo standard di scrittura di un autore, ma che questo sia uno scenario futuro probabile.
Dall’inchiesta sono emerse alcune indicazioni:

  • Gli sviluppatori AI dovrebbero usare i contenuti creativi solo con il consenso esplicito dei relativi autori.
  • Gli sviluppatori AI dovrebbero segnalare in modo chiaro e accessibile quali contenuti sono stati utilizzati e per quale scopo, così che gli autori possano verificare se il proprio lavoro è stato sfruttato.
  • Qualsiasi contenuto generato tramite AI deve essere chiaramente identificato come tale.
  • Gli autori il cui lavoro è stato utilizzato per generare tale contenuto devono essere opportunamente citati.
  • È necessario istituire un organismo di controllo indipendente che monitori l’espansione di AI.
  • Il governo non dovrebbe prevedere eccezioni al diritto d’autore che autorizzino il text and data mining per scopi commerciali.
  • Gli autori dovrebbero avere a disposizione strumenti chiari, accessibili ed economici per contestare l’uso improprio del loro lavoro da parte degli sviluppatori AI.

In una presa di posizione ufficiale, WGGB segnala anche alcuni potenziali benefici di AI, purché nell’ambito di un contesto etico, trasparente e responsabile, in collaborazione con la società civile, il governo e le organizzazioni sindacali.

Ad esempio, ricevere un compenso adeguato per l’utilizzo del proprio lavoro potrebbe rappresentare per gli autori un’opportunità per diversificare e incrementare il proprio reddito. AI potrebbe essere, inoltre, usata per tracciare e contrastare le violazioni del diritto d’autore già in atto, aiutando gli autori a individuare dove i propri contenuti sono stati usati.

Fonte: Publishers Weekly

Pubblicato il giorno 10 marzo 2023 Archiviato in: Eventi

Farnese à la page, prima edizione

Il 15 marzo 2023, Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia a Roma, ospiterà la prima edizione di Farnese à la page, una mattinata dedicata a tavole rotonde e dibattiti tra i professionisti del mondo del libro che avranno l’occasione di discutere le sfide e le opportunità dell’editoria e della letteratura in Europa.

L’evento sarà un’occasione per rafforzare i legami culturali tra la Francia e l’Italia, in vista del Festival del Libro di Parigi, previsto dal 21 al 23 aprile 2023 prossimo, in cui l’Italia parteciperà in qualità di ospite d’onore.

Durante gli incontri si porrà l’accento sulle questioni, tanto essenziali quanto attuali, delle trasformazioni dell’editoria, delle traduzioni, nonché dei diritti d’autore in relazione all’audiovisivo e della crescita dei festival letterari.

Farnese à la page intende prolungare i lavori di cooperazione, in ambito letterario ed editoriale, dell’Ambasciata di Francia e dell’Institut Français in Italia favorendo il dibattito fra i diversi attori del mondo del libro francese, italiano ed europeo.

Nell’ambito del programma:

ore 10.20–11.10
Tradurre Annie Ernaux
con la partecipazione di Arlinda Dudaj (presidente della casa editrice albanese Dudaj), Lorenzo Flabbi (traduttore, fondatore della casa editrice L’Orma), Frank Wegner (traduttore, direttore editoriale della casa editrice tedesca Suhrkamp Verlage), Jacques Testard (direttore della casa editrice inglese Fitzcarraldo). Modera la scrittrice Caterina Bonvicini.

Iscrizione obbligatoria fino ad esurimento posti.

Pubblicato il giorno 26 febbraio 2023 Archiviato in: Fiere

Fiera del libro per ragazzi di Bologna 2023

È online il programma eventi della Fiera del libro per ragazzi di Bologna 2023.

Tra i numerosi appuntamenti offerti dal Translators Café, si segnala l’incontro dedicato alle novità introdotte nella normativa italiana dal recepimento della Direttiva UE 2019/790 in tema di diritto d’autore.

Mercoledì 8 marzo, ore 14
Diritto d’autore e diritti degli autori
con Elisa Comito, Strade; Flavio Rosati, AI Associazione autori di immagini; Della Passarelli, Sinnos; Germana Raimondi, Orecchio Acerbo; Sara Saorin, Camelozampa.

Si segnalano inoltre i seguenti eventi:

Martedì 7 marzo, ore 9.45, Sala Suite
La lettura in Italia da 0 a 14 anni
a cura di AIE – Aldus Up

Martedì 7 marzo, ore 16.30, Sala Bolero Centro Servizi – Blocco C
Sense and Sensitivity – Should publishers edit the work of authors who are deceased, creators of popular classics or not change and leave as pieces representative of their original era – with or without appropriate warnings?

Mercoledì 8 marzo, ore 10, Hall 29 Mall 1 BBPlus Theatre
Literary Translation Forum Part 1: The Power of Prizes and Grants
con Will Forrester, English PEN; Tom Walker, Folio Society; Beatrice Masini, Bompiani, Giunti Editore; Nikos Bakounakis, GreekLit translation program.

Mercoledì 8 marzo, ore 11, Hall 29 Mall 1 BBPlus Theatre
Literary Translation Forum Part 2: Scouting for Books in Translation
con Porter Anderson, Publishing Perspectives; Lawrence Schimel, traduttore; Serena Daniele, NN Editore; Gvantsa Jobava, Intelekti Publishing; Nikos Argyris, Ikaros.

Traduttori e traduttrici possono accedere alla fiera a prezzo ridotto. Ingresso giornaliero: 20 euro, abbonamento 4 giorni: 50 euro.

Pubblicato il giorno 24 ottobre 2022 Archiviato in: Fiere

Bookcity Milano 2022

Online il programma dell’XI edizione di Bookcity Milano, prevista dal 16 al 20 novembre 2022 in circa 290 luoghi, tra cui 47 librerie e 34 biblioteche su tutto il territorio cittadino. Dopo “Afriche” (2019), “Terra Nostra” (2020) e “Dopo” (2021), il tema scelto per l’edizione 2022 è “La vita ibrida”.

“La vita ibrida” sarà anche protagonista del progetto BookCity Milano Papers 2022, un’iniziativa nata durante il lockdown del 2020 per coinvolgere le autrici e gli autori internazionali che non potevano raggiungere Milano. Il format, digitale è diventanto parte integrante della manifestazione e prosegue con un nuovo ciclo di interviste a scrittrici e scrittori stranieri invitati a riflettere sul tema portante dell’undicesima edizione.

Il panel di autori e autrici sarà composto da: il premio Pulitzer 2022 per la letteratura Joshua Cohen, intervistato da Sofia Mattioli, il National Book Award 2021 Jason Mott con Marco Bruna, il premio Strega Europeo 2021 Georgi Gospodinov in dialogo con Andrea Bajani, Camila Sosa Villada in dialogo con Jonathan Bazzi, Sheena Patel con Oliviero Ponte di Pino, Pamela Paul con Stefania Garassini, Lidia Yuknavitch con Matteo B. Bianchi, Lauren Groff intervistata da Viviana Mazza, Hernán Diaz con Matteo Persivale e una lectio di Jeremy Rifkin.

Si segnalano alcuni incontri:

Venerdì 18 novembre
ore 10.30, Università degli studi di Milano
Tradurre Abdulrazak Gurnah
Con Nicoletta Brazzelli, Alberto Cristofori, Gaetano Mangiameli, Lidia de Michelis, Alberto Pezzotta e Itala Vivan

ore 15.30, Biblioteca Sormani
Lavorare in editoria. FAQ su contratti di lavoro e diritto d’autore
Con Marco Fioretti e Beatrice Cunegatti. A cura di Editrice Bibliografica e dei Master in Editoria dell’Università Cattolica

ore18.30, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Cosa leggeremo l’anno prossimo? Presentazione del Report 2022 dell’Osservatorio sul futuro dell’editoria della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Domenica 20 novembre
ore 14, Teatro Franco Parenti
Un diario solo per sé. Virginia Woolf nelle nuove traduzioni di Mario Fortunato e Giovanna Granato
Con Giovanna Granato e Mario Fortunato

ore 15,30, Libreria Covo della Ladra
Mondo Libro: l’arte del tradurre
Con Martina Testa e Giorgio Raffaelli

Pubblicato il giorno 12 luglio 2022 Archiviato in: Inchieste

CEATL, risultati dell’inchiesta sui traduttori letterari in Europa 2020

Il CEATL-Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires ha pubblicato i risultati dell’edizione 2020 dell’inchiesta sulle condizioni professionali dei traduttori letterari in Europa.
+ più

Pubblicato il giorno 8 giugno 2022 Archiviato in: Inchieste

Inchiesta CGIL sul lavoro autonomo

CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro, APIQA, FILCAMS e CGIL Nazionale, in collaborazione con Fondazione Di Vittorio e tutte le categorie sindacali della CGIL, hanno lanciato una nuova inchiesta sul lavoro autonomo a cui possono partecipare anche traduttori e traduttrici autoriali.

+ più

Pubblicato il giorno 25 gennaio 2022 Archiviato in: Normativa

Polonia, proposta di legge su tutele sociali per artisti e autori

Una notizia interessante per approfondire la riflessione sui diritti sociali dei traduttori italiani e sulle possibili soluzioni per garantire ai nostri autori le tutele previste per altri lavoratori.

In Polonia è in fase di elaborazione una proposta di legge per consentire agli artisti, scrittori inclusi, di registrarsi ufficialmente come professionisti e avere accesso a previdenza e assistenza, nonché ad altre forme di tutela sociale.
La proposta, elaborata dal Ministero della cultura e del patrimonio nazionale di concerto con le associazioni di categoria, dovrebbe essere sottoposta al vaglio del Parlamento entro l’anno.

La proposta prevede l’istituzione di una Camera degli Artisti, con un consiglio composto da 21 membri: 14 nominati dalle associazioni di categoria degli artisti e 7 da varie istituzioni statali. Il direttore della Camera sarebbe nominato dal Ministro della Cultura e dal consiglio.

L’articolo 39.2 della proposta prevede, inoltre, che gli artisti iscritti alla Camera il cui reddito medio mensile risulti inferiore dell’80% rispetto al salario medio nazionale possano presentare domanda affinché lo Stato copra dal 20 all’80% del contributo previdenziale richiesto.

Anna Nasiłowska, presidente dell’Associazione degli scrittori polacchi (SPP-Stowarzyszenia Pisarzy Polskich), pur definendo l’iniziativa come un passo nella giusta direzione, ha rimarcato che molti autori non potranno trarne vantaggio, essendo il lavoro dello scrittore spesso intermittente, svolto come seconda attività e con guadagni altalenanti. In poche parole, difficilmente inquadrabile.

La comunità degli artisti polacchi, tuttavia, sembra pensarla diversamente, a giudicare dai risultati di un’inchiesta del 2020 condotta dalla Uniwersytet SWPS di Varsavia su 60.000 artisti, 2830 dei quali operanti nel campo della letteratura.
L’88% dei rispondenti, infatti, si è detto favorevole a una qualche forma di regolamentazione specifica, che distingua gli artisti dalle altre categorie professionali. L’87% ha inoltre accolto positivamente l’ipotesi che gli artisti versino una quota ridotta di contributi previdenziali per avere accesso a un piano minimo di protezione sociale.

 Bozza della proposta di legge (pdf, in polacco)

Fonte: Publishing Perspectives